08 mag 2009

5 giugno 1921, Modena - U.S. Milanese 2-1

Modena-U.S. Milanese 2-1, Modena, Campo di Viale Fontanelli, 5 giugno 1921



MODENA: Brancolini; Boni, Bompani; Barbieri, Manni, Benassati; Abati, Bezzecchi, Zanasi, Pedrazzi, Forlivesi.
US MILANESE: De Simoni; Pizzi, Carmelo; Bruciamonti, Monti, Bosi; Clivio, Dagradi, Cavallini, Oliveti, Paride.
Arbitro: Sessa
Marcatori:Modena: Abbati (47’), Zanasi (50’)U.S. Milanese: Dagradi (7’)


6/7 giugno 1921
I canarini ritornano alla vittoria / Modena – US Milanese 2-1.
Dopo i due scacchi subiti a Genova e ad Alessandria, i modenesi hanno ieri ottenuta una bella vittoria, battendo — come nel match d'andata — i bianco-neri dell’U.S. Milanese, scesi in campo con la piena fiducia di ripetere l’exploit di otto giorni addietro contro la Doria. La prima squadra del Modena, che da quasi due mesi non aveva più giuocato sul campo di Viale Fontanelli, fu accolta con una grande ovazione al suo primo apparire sul ground e grandi applausi furono tributati all'impareggiabile Forlivesi, per le due superbe partite giuocate nella squadra nazionale contro il Belgio e l’Olanda il mese scorso. Prima del match, in segno d'ammirazione e d'affetto, gli fu offerta una splendida artistica pergamena, dono dei soci del Modena, una grande medaglia d'oro-ricordo, dono della Direzione e un mazzo di fiori, gentile pensiero degli abitanti di Via Cerca. La pergamena e la medaglia d'oro fu presentata dal prof. cav. Luigi Casini, che pronunciò belle e applaudite parole. Il prof. Casini additò Giuseppe Forlivesi come giuocatore mirabile e giovane esemplare per le sue qualità fisiche e morali e come rappresentante genuino di quella scapigliata gioventù italiana che sa conseguire risultati prodigiosi anche nelle più ardite competizioni internazionali. Questo rilievo è apparso assai opportuno proprio oggi in cui, per intrighi inqualificabili è stato tolto all'Italia e a Roma eterna il diritto che le competeva d'esser sede dell' Olimpiadi del 1924.





Come giuocarono le due squadre. Nel complesso i modenesi giuocarono bene, ma chi vi emerse nettamente furono tre uomini: Brancolini, il quale si fece perdonare ad usura l'oscura partita d'Alessandria, compiendo una decina di fantastiche parate, Boni, tempista eccezionale, che fu d’una precisione e potenza sbalorditiva e Barbieri, il quale tagliò fuori di combattimento Paride e sostenne superbamente bene la difesa, e l'attacco. Forlivesi, poco impegnato, giuocò a da par suo. Benassati, dopo un incerto inizio si andò rimettendo lungo lo svolgimento della partita. Barbieri e Benassati dovettero anche prodigarsi maggiormente, avendo avuto il proprio perno Manni in una nerissima giornata, tanto che il superarlo era impresa facilissima per gli scacchi. Bezzecchi, Pedrazzi e Bompani, accanto a belle azioni, commisero errori imperdonabili, da principianti nell’arte del football. Zanasi e Abati, a corto di fiato, se la cavarono abbastanza bene.Tutta la squadra dell’Unione Sportiva Milanese giuocò una bella partita, ma chi brillò su tutti fu Pizzi, specialmente nel primo tempo, che ebbe una giornata meravigliosa. Se i bianco-neri non avessero contato sul ricciuto capitano, sarebbero i ritornati a casa con mezza dozzina di goals al passivo. Anche Carmelo gli fu degno compagno. Dagradi e Bruciamonti furono ottimi, come pure De Simoni, impegnato seriamente solo nella ripresa. I cinque forwards ebbero momenti felicissimi e commisero incertezze inspiegabili. L'arbitro Sessa, meticoloso sul fuori-giuoco, tollerò troppo le rudezze milanesi, ma nel complesso arbitrò ottimamente senza fare rimpiangere i più celebrati referee italiani.


Il primo tempo. Modena 1 - U. S. Milanese 1. Le due squadre al fischio dell'arbitro s'allinearono in campo nella seguente formazione:
MODENA -Brancolini; Boni e Bompani; Barbieri, Manni e Benassati; Abati, Bezzecchi, Zanasi, Pedrazzi e Forlivesi (cap.).
US MILANESE - De Simoni; Pizzi (cap.) e Carmelo; Bruciamonti, Monti e Bosi; Clivio, Dagradi, Cavallini, Oliveri e Paride.

L'inizio fu subito vivace, le due squadre si buttarono nella lotta senza alcuna incertezza ed esitazione, Il giuoco si spostò da un campo all'altro. Fin da principio si notò un impegno e una vivacità nei giallo-bleu che sconcertarono un po’ gli avversari. Al 4°, Barbieri, avuto il pallone da Boni, con un potente traversone lo passò a Forlivesi, che, superato Clivio, allungò il ball al centro, Zanasi e Bezzecchi sbagliarono in pieno ma Abati in velocità pronto raccolse e segnò imparabilmente tra l'entusiastica ovazione del pubblico. Rimessa la palla in giuoco, i milanesi tentarono l’attacco ma le discese ben condotte trovarono Brancolini, Boni e alle volte anche Bompani pronti a ributtare inesorabilmente però, al 7°, dopo due spettacolari parate a pugno di Brancolini, i modenesi subirono il pareggio dai milanesi di Dagradi, in una melèe provocata in seguito a un corner ben tirato da Clivio. Alcuni attacchi da ambo le parti e, al 17°, Brancolini si salvò miracolosamente da un tiro di Paride. Non erano passati che 45" dalla parata di Brancolini che per poco i modenesi non segnarono in due facili occasioni. Al 20° minuto, una discesa in linea unionista venne fermata da Brancolini con una felice uscita. L’attacco giallo-bleu ora incominciò a essere insistente e minaccioso. Pizzi venne messo, a dura prova e dovette fare sfoggio di tutte le sue risorse di consumato giuocatore. Dal 35° al 37°, in seguito a un corner tirato mirabilmente da Abati, si assistette a una palpitante schermaglia sotto la porta di De Simoni che venne culminata in un nuovo corner infruttuoso tirato da Forlivesi. Al 43°, per una marcata irregolare di Monti a Zanasi, Boni tirò il calcio di punizione che impegnò per la prima volta De Simoni. Al 44°, un tiro da pochi metri di Zanasi, venne deviato col piede da De Simoni in corner, che come i precedenti non dette nessun esito.

La ripresa – Modena 1 - US Milanese 0. A metà del primo tempo, Bosi e Bruciamonti si scambiarono posto e così anche all'inizio della ripresa, Dagradi e Monti e a metà di questa, Paride passò inside indi centro-avanti per tentare inutilmente il pareggio. L'inizio della ripresa l'attacco giallo-bleu si fece rabbioso e l'area di rigore milanese vide per alcuni minuti una mischia furibonda, durante la quale, però, al 5°, Zanasi ebbe campo di segnare il goal della vittoria su passaggio di Pedrazzi. L'attacco snervante dei modenesi continuò ancora per una decina di minuti, poscia andò lentamente affievolendosi per un rilasciamento generale tra i giallo-bleu, che fece per alcuni minuti trepidare gli animi dei supporters del Modena, ma Brancolini, Barbieri, Boni e Bompani vigilarono attentamente. Al 19°, De Simoni fu chiamato a prodigarsi in tre consecutive parate. Tre contrattacchi a fondo dei modenesi culminarono in 2 corners, al 32° e al 40°, e a una respinta del palo, al 43° minuto. Mentre i modenesi stavano boccheggiando dal poco allenamento e dal caldo opprimente sopraggiunse il fischio finale dell’arbitro a porre fine alla contesa.

Nessun commento:

Posta un commento